Quadreria Palladio
Artista  
Cerca  
Riepilogo Carrello
  ...
 
 

DIODATI LUCIO
Data di nascita: 1955 - Luogo nascita: Napoli

Nell' immaginario mondo di Diodati, nato a Napoli nel 1955, una nuova figura è apparsa ad intrigarci: Arlecchino. A differenza degli altri personaggi che popolano il mondo femminile, Arlecchino ha già un suo spazio all' interno delle opere di Diodati, un mondo diverso che affascina incredibilmente. Arlecchino, infatti, non deve conquistarsi la scena, non vuole diventare protagonista. Lo è già. Se i carabinieri, il domatore Arturo, ci hanno affascinato per la loro discrezione, per il loro esserci e non esserci, Arlecchino ci intriga da subito, rapisce il nostro sguardo con le sue macchie di colore ma soprattutto con la sua maschera. Ecco l'elemento distintivo, la forza coinvolgente di questo personaggio: il mistero. Per la prima volta Diodati nasconde il volto di una sua figura, di un suo personaggio rendendoci complici di un gioco misterioso, a volte erotico. C'è erotismo nelle donne che appaiono nude accanto ad Arlecchino. C'è erotismo nel loro apparire tranquille, anzi volutamente provocanti al cospetto di un personaggio che non sappiamo se essere uomo o donna, amante o amico. Ci fa riflettere la serenità in cui le donne vivono con questa colorata figura. Una riflessione più profonda delle altre, più provocatoria ci porta a chiedere: ma sarà il pittore a vivere dietro quella maschera? Sarà Diodati che vuole apparire, seppur nascosto, nel suo mondo? Il fascino è racchiudere in una maschera il segreto di una pittura sempre più innovativa, di un'arte che ci entra dentro permettendoci di fingere, ed è questo che più ci piace, di noi stessi dietro quella maschera, di poter vivere negli spazi infiniti e luccicanti dell'arte.

.....